Ecco la puntata del 6 maggio 2020:

 

E navigando fra locale e nazionale, fra i giornali della carta stampata e i media alternativi, collettivi e solidali, il viaggio di Radio Cura ha toccato alcuni dei molteplici aspetti che il rapporto fra informazione, pandemia, diritti e difesa della democrazia, hanno suscitato pensieri ed aperto opportunità fra tutti noi.

Ed è proprio il “noi” come concetto politico, militante, navigante, multiforme, che ha fatto ragionare le ed i giornalisti che ci hanno accompagnato nella complessa riflessione radiofonica di oggi 6 maggio: quali le sfide, i pericoli, le necessità che un’informazione libera e corretta può e deve scovare ed affrontare?

Di certo è che la permanenza a casa, le piattaforme offerte dal mondo web , hanno stimolato la creazione di trasmissioni e missioni giornalistiche che istintivamente sono andate a coprire i buchi e le paure che spesso l’allarmismo del mainstream ha costruito fra di noi in questo periodo.

Con Simone Casalini del Corriere del Trentino abbiamo capito come hanno potuto muoversi le redazioni, mentre il mondo era bloccato; Questo Trentino – che lotta per sopravvivere (il crowfounding è sul sito, sosteniamolo!) – ed il suo direttore Ettore Paris, non demorde mai dal fare le domande più scomode al potere (e sul prossimo numero di QT forse avremo qualche risposta). Mentre il volontariato è alla base di esperienze come IlMulo.it, che cerca di dare e raccogliere le voci delle nostre vallate.

Con le amiche di Antidoti, in onda su Neu Radio (da Bologna Laura Pasotti ), di Popoffquotidiano.it (Checchino Antonini ) e Comune Info (con Riccardo Troisi) lo sguardo vivace dei media indipendenti e resistenti su una porzione del mondo in movimento che esiste e resiste e reagisce al Covid con iniziative di partecipazione, sempre volte anche al libero pensiero e alla libera informazione.

Adelante, con Radio Cura, che da questa settimana sarà ogni mercoledì.
State bene!
Mattia e Francesca Yaku

E navigando fra locale e nazionale, fra i giornali della carta stampata e i media alternativi, collettivi e solidali, il…

Gepostet von Cura Radio am Mittwoch, 6. Mai 2020